Accesso ai servizi

La Storia

Il Comune di Monterosso Grana si trova nel cuore della Valle Grana (Cuneo), ha una superficie di 42 kmq ed una popolazione di 547 abitanti. Il territorio risulta molto eterogeneo e si estende su un area che va da un altitudine di 700 metri nella parte inferiore agli oltre 2000 dei monti Pervou, Grum e Bram, sullo spartiacque che segna il confine con la Valle Stura. Monterosso, il capoluogo, si trova nella zona semipianeggiante, attraversata dal torrente Grana, che si estende dal ponte nei pressi della cappella di Santa Maria alla frazione Levata. Sui versanti della valle, tra i 700e i 900 metri, si incontrano i boschi di castagno che per molti secoli rappresentarono una risorsa essenziale per la popolazione. Più in alto si collocano i pascoli che, nei mesi estivi, ospitano le mandrie che forniscono il prezioso latte per la produzione del formaggio Castelmagno. Il territorio si caratterizza per la presenza di numerose piccole valli, ricche di paesi e di borgata. All altezza della frazione Levata si imbocca la Valverde con i paesi di San Pietro e di Saretto. Da questo insediamento si diramano due valli: da una parte la Coumboscuro il cui centro principale è Santa Lucia, dall altra il vallone in cui si colloca il paese di Frise. Accanto ai centri principali sono presenti numerose borgate, un tempo molto popolate, armoniosamente inserite nel paesaggio e caratteristiche per la loro architettura. Il patrimonio artistico è ricco e di particolare interesse, si distinguono l antico castello, la chiesetta di Madonna della Neve e le parrocchiali San Giacomo, San Pietro, San Giovanni e Santa Lucia. Il comune, per il suo ambiente, presenta una naturale vocazione turistica, dispone di moderne strutture ricettive, ricreative e sportive che consentono di praticare numerose discipline, come il calcio, il tennis e il gioco delle bocce. Una fitta e curata rete di sentieri favorisce le escursioni tra i boschi e i pascoli, fino ad alta quota. Per gli appassionati della pesca il torrente Grana, con le sue trote fario, rappresenta un ambiente ideale. La lingua e la cultura locale, appartenenti alla famiglia doc, sono valorizzate, a Santa Lucia dall Associazione culturale Coumboscuro e dal suo museo, a San Pietro dall Associazione la Cevitou. Sono presenti numerose attività artigianali e, tra i prodotti tipici, si distingue il formaggio Castelmagno.